A- A A+

Coronavirus - comunicazioni alla cittadinanza

Comunicazioni alla cittadinanza sulle misure adottate per contrastare il contagio da Covis-19 (Coronavirus)

DPCM 11 MARZO 2020

E' stato emesso il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'11 marzo 2020, in vigore dal 12 al 25 marzo, con ulteriori misure per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 sull'intero territorio nazionale.
Il decreto prevede misure per attività commerciali, ristorazione, servizi alla persona, trasporto pubblico, attività produttive e professionali.

 

DPCM 8 MARZO 2020

A seguito delle ultime indicazioni ricevute con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri datato 8 marzo 2020 si comunica che le misure in vigore per froneggiare l'emergenza coronavirus sono le seguenti:

  • le lezioni di tutte le scuole di ogni ordine e grado (pubbliche, private, paritarie, oltre che asili nido) sono sospese quantomeno fino al giorno 3 aprile 2020.  Gli alunni non dovranno recarsi a scuola;
  • E' disposta la chiusura dei parchi;
  • E' disposta la chiusura dei musei e degli altri istituti e luoghi cultura;
  • E' ammesso lo svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pub, a condizione che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e che, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, gli avventori siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra di loro di almeno un metro;
  • E' consentita l'apertura delle attività commerciali diverse da quelle di cui al punto precedente condizionata all'adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequantatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra i visitatori;
  • i riti religiosi potranno svolgersi secondo le indicazioni ad oggi vigenti;
  • E' sospesa l'attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per le prestazioni rientranti tra i livelli essenziali di assistenza, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi; 
  • i Centri Anziani rimarranno CHIUSI quantomeno sino al giorno 15 marzo 2020 in quanto considerata categoria a rischio.
  • tutti gli eventi culturali organizzati dal Comune di Annone di Brianza sino alla data dell'8 marzo 2020 sono soppressi e/o posticipati. Rimane sospeso sino all'8 marzo 2020 il servizio SOS! Compiti.

Rimangono assolutamente VIETATI tutti gli assembramenti in luoghi pubblici e privati.

CHIARIMENTI SUL SITO DI REGIONE LOMBARDIA

Si informa che sul sito internet di Regione Lombardia sono stati pubblicati i chiarimenti (FAQ) relativi all'applicazione dell'ordinanza del Ministro della Salute d'intesa con il Presidente della Regione Lombardia in data 23.02.2020 già trasmessa con nostra precedente comunicazione. I chiarimenti sono in continuo aggiornamento da parte della stessa Regione Lombardia. 

CHIUSURA SPAZIO SALUTE

Si avvisa la cittadinanza che, in osservanza dell'ordinanza del Ministero dell'Interno della Salute rispetto alla diffusione del virus Covid-19, d'intesa con il Presidente della Regione Lombardia, si comunica che gli appuntamenti dello Spazio Salute sono sospesi fino a data da destinarsi.

Vedi allegato.

ORDINANZE EMESSE IN DATA 24 FEBBRAIO

Nella giornata di lunedì 24 febbraio sono stati adottati i seguenti atti rivolti al territorio della Regione Lombardia:

  1. ordinanza del Ministero della Salute d'intesa con Regione Lombardia;
  2. chiarimenti da parte di Regione Lombardia con riferimento all'ordinanza sopramenzionata;
  3. decreto di Regione Lombardia contenente ulteriori misure applicative in merito a riunioni in uffici pubblici ed attività di front-office.

ATTENZIONE PERICOLO TRUFFE

Nella giornata di lunedì 24 febbraio all'interno delle Regioni interessate dall'emergenza epidemiologica da codiv-19 si sono registrati alcuni casi di truffa da parte di finto addetto dell'ATS.
Nello specifico i truffatori, mostrando falsi tesserini di riconoscimento quale funzionario dell'ATS, fingono di essere stati mandati per prestare assistenza sanitari a  domicilio per effettuare il controllo del Coronavirus e, mostrando falsi tamponi da eseguire sui presenti, entrano in casa per poi impossessarsi di denaro o altri oggetti di valore.
Si invita pertanto la cittadinanza a fare attenzione ed a sensibilizzare gli anziani sulle particolari modalità della suddetta truffa, segnalando alle Forze dell'Ordine ogni circostanza sospetta mediante il numero 112.

ORDINANZA PREFETTURA DI LECCO

Con ordinanza emessa il 23 febbraio la Prefettura di Lecco, in coerenza con le indicazioni nazionali ha disposto l'adozione delle seguenti misure precauzionali:

1) sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico;

2) sospensione dei servizi educativi dell'infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per gli anziani, ad esclusione degli specializzandi e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza;

3) sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all'art. 101 dei codici dei beni culturali e del paesaggio, di cui al D.L. 42/2004, nonché dell'efficacia delle disposizioni regolamentari sull'accesso libero o gratuito a tali istituti e luoghi;

4) sospensione di ogni viaggio di istruzione, sia sul territorio nazionale sia estero.

Si prega, infine, di comunicare alla popolazione di utilizzare il numero verde 800894545 per informazioni relative al coronavirus e di contattare il 112 solo per emergenze sanitarie.

Cliccare qui per visualizzare il testo integrale dell'ordinanza.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.