A- A A+

Un po' di storia...

Per comprendere il perché per secoli il lago di Annone sia stato proprietà privata e che venga creduto tale dalla popolazione fino ai nostri giorni, nonostante i cambiamenti normativi che risalgono ai primi del novecento, è necessario un brevissimo excursus storico.


3 marzo 1579
- il tribunale di Milano emana un decreto che stabilisce il carattere di "privato dominio" sul lago di Annone.

2 febbraio 1606 - lo stesso tribunale ribadisce con decreto che il lago di Annone è "proprietà privata"

1652 - il fisco spagnolo tenta di incamerare il lago senza successo

5 maggio 1655 - la Regia Camera rinuncia alla contestazione con i proprietari del lago.

Per oltre un secolo non c'è traccia di altre controversie, sentenze o decreti ingiuntivi e nemmeno sotto il dominio austriaco ci furono contrasti sulla proprietà del lago.

1798 - la Repubblica Cisalpina diffida i proprietari dei laghi a denunciare le rispettive "amministrazioni dipartimentali" e i titoli di proprietà, ma la cosa non ha alcun seguito

15 maggio1884 - il regolamento delle acque pubbliche e private non trova applicazione sul lago di Annone, in quanto con cavilli interpretativi si esimevano i proprietari del lago di Annone dalle ottemperanze amministrative

22 novembre 1914 - viene stabilito il nuovo regolamento generale delle acque, ma il lago di Annone continua a sfuggire alla disciplina generale

9 ottobre 1919 - viene emanato il "Regio Decreto" per il passaggio della proprietà delle acque al demanio

Novembre 1921 - gli ex proprietari del lago presentano ricorso

29 maggio 1923 -  il lago di Annone viene iscritto nell'elenco pubblicato nella Gazzetta Ufficiale come sito di "pubblico interesse"

27 maggio 1926 - il tribunale respinge il ricorso e dichiara legittima l'iscrizione del lago al pubblico dominio

8 luglio 1928 - con atto pubblico gli ex proprietari, il marchese Montecuccoli e gli altri, rinunciano ad ogni rivendicazione e presentano istanza di riconoscimento della assoluta e piena demanialità del lago di Annone. In seguito a questo atto l'Amministrazione statale riconosce loro il diritto di "concessione perpetua" per le attività di pesca e utilizzo delle risorse del lago

Il lago di Annone diviene finalmente demaniale!

Maggio 2001 - I comuni che si affacciano sul lago (Annone, Suello, Civate, Galbiate, Oggiono) costituiscono il Consorzio del lago di Annone. Nello statuto, all'articolo 2, si stabilisce l'attivazione di un tavolo di trattative in collaborazione con la Provincia di Lecco, con i titolari della concessione di pesca sul lago per stabilire definitivamente la libera navigazione pubblica, ma le trattative non danno esito positivo. In seguito vengono riprese le trattative con l'intervento anche della Regione Lombardia, ma dopo numerosi incontri dopo un anno due dei concessionari non sottoscrivono l'accordo. Quindi... la concessione dei diritti di pesca sul lago e di navigazione per la pesca rimangono ai privati.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

This website uses own cookies and from third party. If you want to know more or opt out of all or some cookies click here.